Bibì, Bibò ed una scaletta…

04.jpg

La scaletta, i tacchi, il predellino hanno un significato profondo per quell’omino basso (a destra) nella foto; non occorre scomodare Sigismund Schlomo Freud per capirlo: lo elevano, gli restituiscono quel senso di normalità che le sue frustazioni di nano dalla nascita rendono isterico e megalomane.

Era ovvio che cercasse d’incontrare benedetto zero: i casini irrisolti che si porta dietro, di fronte ai cattolici che pendono dalle sue labbra devono per forza essere attenuati, smorzati; non può andare a Canossa ma sotto una scaletta avionica sì, sa quasi di casualità, ma guarda un pò chi ti vado ad incontrare cazzo boia, ma come stai benedetto? in famiglia tutti bene? ed i bambini crescono?

Gli serviva una foto, una sponda da sbandierare e benedetto zero prono gliela offerta subito, guai a farlo papanazista6wm.jpgincazzare ancora, non sia mai che il bavoso feltrino non tiri fuori un reportage sui favolosi anni ’40 nella germania hitleriana…

Dire schifo è troppo poco.

Amen

Bibì, Bibò ed una scaletta…ultima modifica: 2009-09-28T18:10:12+00:00da caiellamarco
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento